Caratteristiche del sistema

La descrizione riportata di seguito è nel rispetto degli obblighi indicati alla lettera e) dell’ Art. 57 del DPCM 22.02.2013 (rendere note le caratteristiche del sistema realizzato atte a garantire quanto prescritto dall’art. 56, comma 1).

a. l’ identificazione del firmatario del documento;

Al fine dell’identificazione, gli Operatori di Studio richiedono al Paziente un documento di riconoscimento in corso di validità.

Il tratto grafico unitamente ai dati biometrici, rilevati con adeguata precisione, dal tablet all’atto della firma, sono propri ed identificativi del soggetto che la appone.

b. la connessione univoca della firma al firmatario;

E’ soddisfatta dal tablet e dal Software di Firma che garantiscono:

• la connessione univoca tra dispositivo di firma ed il Software di Firma,

• il legame tra HASH del documento e la firma dell’Utente,

c. il controllo esclusivo del firmatario del sistema di generazione della firma, ivi inclusi i dati biometrici eventualmente utilizzati per la generazione della firma medesima;

Il Paziente ha il controllo esclusivo del sistema di generazione della firma, avendo sempre la possibilità per ogni singola firma apposta, sul documento, di:

• Visualizzare il documento in modo da aver evidenza di quanto da lui sarà sottoscritto,

• Apporre la firma sul documento,

• Confermare la firma apposta,

• Cancellare la firma apposta e ripetere la firma,

• Annullare l’operazione di firma.

d. la possibilità di verificare che il documento informatico sottoscritto non abbia subito modifiche dopo l’apposizione della firma;

Il Paziente ha sempre la possibilità di verificare che il documento informatico sottoscritto non abbia subito modifiche dopo l’apposizione della firma; presso AgID all’ URL http://www.agid.gov.it/identita-digitali/firme-elettroniche/software-verifica, sono disponibili, gratuitamente, una serie di software conformi alla [CNIPA DEL.45]. Anche Adobe Acrobat Reader® è in grato di eseguire la verifica.

e. la possibilità per il firmatario di ottenere evidenza di quanto sottoscritto;

Il Paziente ha sempre evidenza di quanto sottoscrive perché sul dispositivo è visualizzato il documento, inoltre potrà richiedere la stampa del documento originale, o l’invio dello stesso per e-mail o PEC.

f. l’individuazione del soggetto di cui all’art. 55, comma 2, lettera a), il Cliente;

Il Paziente è sempre in grado di identificare con certezza il STUDIO DENTISTICO (il soggetto che eroga la soluzione di firma) in quanto gli Operatori di studio informano con puntualità e chiarezza il Paziente del servizio ed i loghi sono ben evidenziati.

g. l’assenza di qualunque elemento nell’oggetto della sottoscrizione atto a modificarne gli atti, fatti o dati nello stesso rappresentati;

E’ garantita dalla tipologia dei documenti che sono tutti in formato PDF non modificabili e privi di qualsiasi funzione che possano nel tempo modificare il contenuto originale del documento.

h. la connessione univoca della firma al documento sottoscritto.

E’ è garantita dal Software di Firma che utilizzano algoritmo SHA per collegare il documento alla firma.

I requisiti sopra descritti soddisfano l’art. 56 delle Regole Tecniche [DPCM 22/02/2013] e l’Art. 21 comma 2-bis del CAD.

share on